5 consigli per rendere il tuo profilo LinkedIn interessante per ALTEN Italia

Ti piacerebbe sapere come rendere il tuo profilo LinkedIn più efficace per essere notato/a dai recruiter di ALTEN Italia? Manuela, Senior Talent Acquisition Partner della divisione ENGINEERING, ci dà alcuni importanti consigli:

1. ATTENZIONE ALLA FOTO PROFILOPer saperne di più

 

«La foto del tuo profilo è la prima cosa che gli utenti LinkedIn guardano e che quindi, anche i Recruiter, vedono di te. Un profilo LinkedIn senza fotografia parte perciò certamente svantaggiato. Bisogna però distinguere LinkedIn da altri social: la foto deve rappresentare quello che si è, ma in modo professionale, preferibilmente nella veste adatta al ruolo che rivesti o a quello che stai cercando. L’immagine profilo più efficace è quella che ti rappresenta durante una tua giornata di lavoro “tipo”: bilancia l’abbigliamento tra formale e informale e scegli uno sfondo neutro!».

2. CREA UN RIEPILOGO EFFICACEPer saperne di più

 

«Il Riepilogo rappresenta uno degli elementi principali del tuo profilo, in quanto ti permette di essere notato/a ed individuato/a dai recruiter. In questa sezione vanno descritte le tue competenze e le tue esperienze professionali. È importante che il riepilogo sia scritto in modo efficace, in quanto non solo è il tuo “biglietto da visita”, ma influisce anche sul posizionamento del tuo profilo nei motori di ricerca. Ma attenzione: il riepilogo della tua pagina LinkedIn non deve trasformarsi in CV! Deve invece essere un testo più discorsivo, capace di sintetizzare i tuoi punti di forza, nonché i tuoi obiettivi per il futuro. Impegnati a scrivere in modo chiaro e sintetico ciò di cui attualmente ti occupi e ciò a cui aspiri, facendo particolare attenzione ad utilizzare le giuste parole chiave».

3. DESCRIVI LE TUE ESPERIENZE LAVORATIVEPer saperne di più

«Per un recruiter tale descrizione è di fondamentale importanza per capire quali competenze hai acquisito nel tempo, ma descrizioni molto lunghe tendono ad annoiare e rendono la consultazione del tuo profilo lenta e poco interessante. Un’ottima strategia è utilizzare un elenco a punti: per ogni lavoro che hai svolto, scrivi giusto un paio righe sull’azienda per cui hai lavorato ed elenca per punti quali sono state le tue responsabilità e le competenze acquisite. Assicurati di inserire informazioni che ti potrebbero far emergere rispetto ad altri, omettendo quelle di scarso valore aggiunto e…tieni costantemente aggiornato il tuo profilo! Molti utenti, infatti, cambiano posizione lavorativa tralasciando, o dimenticandosi, di riportarlo nel proprio profilo LinkedIn, oppure non inseriscono le esperienze lavorative passate. Ciò è fuorviante per i recruiter, che spesso non riescono a comprendere qual è attualmente il ruolo da te ricoperto. Un consiglio che posso darti, è di utilizzare, ad esempio, il tempo verbale presente solo per descrivere la posizione che stai attualmente ricoprendo e non anche quelle passate! Questo elemento può sembrare di poca rilevanza, tuttavia, data la velocità con cui i recruiter scorrono i profili dei candidati, anche il più piccolo errore può essere sufficiente per escluderti da una possibile selezione».

4. AGGIORNA LE TUE COMPETENZEPer saperne di più

 

«La sezione delle competenze è una delle più importanti per un profilo LinkedIn, poiché spesso è proprio attraverso l’elenco di queste “skills” che si viene trovati e notati da recruiter e dagli head hunter. È molto importante, quindi, riuscire a mettere in ordine in modo appropriato le informazioni che vengono inserite in questa sezione. Se possiedi competenze specifiche di settore che ti contraddistinguono rispetto ad altri profili, è consigliabile metterle in cima alla lista delle tue abilità, in quanto si tratta di “highly-desired skills”. Tutti sanno utilizzare Word, ma ad esempio, saper programmare, è un’abilità che hanno in pochi! La conferma delle competenze è un altro aspetto da evidenziare. I feedback ricevuti sono sempre importanti ed aumentano il nostro personal brand!».

5. ACCRESCI IL TUO NETWORKPer saperne di più

 

«L’obiettivo di LinkedIn, oltre a permetterci di creare un curriculum online, è di darci la possibilità di entrare in contatto con tutti gli altri iscritti al social. I vantaggi di avere molti contatti su LinkedIn sono tanti e differenti. Un profilo LinkedIn abbandonato a sé stesso è destinato a non avere grande successo. Il nostro obiettivo deve essere, allora, quello di creare una rete di relazioni professionali: unisciti a gruppi interessanti e coerenti con il tuo background ed i tuoi interessi e diventa un elemento attivo al loro interno! Entrare in contatto con altri esperti del settore ti aiuterà ad essere trovato/a! I recruiter più accorti, infatti, sono soliti dare un’occhiata anche alla composizione della tua rete, e saranno più propensi a contattarti scoprendo che gran parte dei tuoi collegamenti è formata da professionisti del tuo medesimo settore. ».

«In sintesi quindi, il mio consiglio è di non sottovalutare la scelta della foto profilo e la stesura del riepilogo, in quanto incidono molto sulla prima impressione che il recruiter potrà farsi di te. Ricordati sempre di descrivere le tue esperienze lavorative in modo sintetico ed organizzato e di mantenere aggiornate le tue competenze. Infine, non tralasciare la rete di contatti: avere e un network qualitativamente valido non potrà che avvantaggiarti nella ricerca di un nuovo lavoro!».