Un perfetto equilibrio

22/10/2020

Sara,
Consulente Life Sciences.

Esiste un buon equilibrio di dipendenti, uomini e donne, che lavorano nell’area Life Sciences.

Sara si è laureata in Scienze Biomediche, inizialmente con l’intenzione di entrare in medicina al termine del corso di laurea. Tuttavia, a volte la vita ti porta su altre strade e, “dopo il primo anno di laurea, ho cambiato il mio orientamento verso la biomedicina farmaceutica“. Essendo molto interessata alla ricerca clinica, ha scelto un master in Farmacoepidemiologia. Tuttavia, ancora una volta, la nostra collega si è resa conto di non identificarsi “con la tipica carriera di ricercatore“.

Sara ha cominciato a lavorare in ALTEN su un progetto per l’azienda farmaceutica Hovione, in cui ha dovuto completare la riformulazione della formazione in ambito Qualità e GMP, in modo che fosse implementata attraverso un nuovo Sistema di Gestione dell’Apprendimento. Il suo compito è stato quello di supervisionare e ristrutturare i moduli formativi esistenti e i loro strumenti di apprendimento (corsi, tutorial, workshop, test, ecc.).

Mentre lavorava al suo progetto per Hovione, Sara si è trovata a lavorare in un Team a maggioranza femminile. Ritiene quindi che il suo lavoro non sia più associato a figure maschili, “infatti, ora, c’è un buon equilibrio”. Tuttavia, Sara riconosce anche che, “in settori in cui quasi tutti i consulenti sono ingegneri (come l’IT e l’automotive), è noto che la maggioranza sono uomini”. Nonostante questa situazione, Sara non ha mai percepito alcuna differenza di trattamento tra lei e i suoi colleghi maschi, anzi, “mi sono sempre sentita benvoluta“. Grazie ai progressi compiuti in materia di politiche di parità, Sara ritiene che la società si sia evoluta positivamente a livello professionale, ma “c’è ancora molta strada da fare”.

L’ultimo progetto di Sara all’interno dell’azienda farmaceutica le ha permesso di lavorare con persone di diversi reparti, nonché con profili e nazionalità differenti: “è stato molto gratificante per me“, dice. Il suo team è sempre stato molto autonomo nelle decisioni riguardanti il progetto, e Sara afferma di essersi “sempre sentita molto sicura e rispettata“.

Infine, la nostra collega tiene a sottolineare che campagne come “Women of ALTEN” sono molto importanti, in quanto ALTEN si caratterizza per essere un’azienda di ingegneri e questo tipo di professione ha ancora il pregiudizio di essere adatto più agli uomini che alle donne. Tuttavia “in ALTEN Portugal c’è un eccellente equilibrio tra i generi e un ambiente di rispetto reciproco tra uomini e donne“.

Grazie Sara per aver condiviso con noi le tue opinioni e la tua esperienza!

Share