ALTEN non fa differenza di genere, né in fase di colloquio, né nelle attività.

24/11/2020

Sara,
Consulente tecnico per Verifica e Validazione Software.

Sono Sara, ho una Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni. Lavoro in ALTEN da circa 9 anni e attualmente mi occupo di test software per un cliente in ambito ferroviario.

Domanda: In cosa consiste, nello specifico, il progetto su cui stai lavorando e che ruolo ricopri al suo interno?

Risposta: Ho cominciato a lavorare in ALTEN nel 2011, pochi mesi dopo la laurea, presso un cliente a Pozzuoli (NA) che opera nel settore delle telecomunicazioni. In breve tempo, si sono aggiunti altri colleghi e altre attività, tanto da arrivare all’apertura di una nuova sede ALTEN. Qui, per 8 anni, mi sono occupata di gestire le segnalazioni di rete dei clienti di un famoso operatore telefonico. Da qualche mese, invece, ho cambiato attività e cliente, e mi occupo di verifica e validazione software per un cliente in ambito ferroviario: si tratta di implementare una serie di test che simulano il funzionamento del software.

D: Com’è il Team con cui lavori e qual è l’aspetto che ti piace di più dell’attività che svolgi?

R: Ho la fortuna di lavorare in un ambiente di lavoro molto stimolante, fatto di persone preparate e sempre pronte ad aiutare e a collaborare nei momenti di difficoltà. L’aspetto che più mi piace della mia attività sta nel riuscire a capire qual è l’obiettivo del software fornito dagli sviluppatori.

D: Come è nato il tuo interesse per l’ingegneria? Si è trattata di una vocazione?

R: Ho deciso di studiare ingegneria perché, sin da piccola, mi hanno sempre appassionato le materie scientifiche; in particolar modo, ho sempre trovato interessante la matematica!

D: Come ricordi il tuo periodo universitario? Hai qualche aneddoto particolare da raccontare?

R: Ricordo il mio periodo universitario sicuramente come una fase molto intensa della mia vita, fatta di tante esperienze professionali e non, che hanno contribuito alla mia crescita.

D: Pensi che, quella dell’ingegnere, sia ancora una figura/carriera principalmente associata agli uomini, o hai notato un cambiamento in questa tendenza?

R: Purtroppo, in molti ambienti, la figura dell’ingegnere è ancora molto legata al genere maschile; spesso, quando una donna si trova ad essere inserita in un gruppo di lavoro composto prevalentemente da uomini, ci sono ancora parecchi pregiudizi. Fortunatamente, tranne in casi isolati, stiamo tendendo sempre di più verso la convinzione che la donna possa svolgere qualsiasi mansione e fare carriera al pari di un collega uomo.

D: Hai incontrato delle difficoltà od ostacoli a causa dell’essere una donna ingegnere?

R: Sino ad ora ho avuto la grossa fortuna di lavorare in team che non hanno mai avuto alcun tipo di discriminazione nei miei riguardi.

D: Quale pensi sia il valore che ALTEN apporta al progetto che svolgi?

R: ALTEN contribuisce alla riuscita del progetto su cui sto lavorando, che fa parte di una serie di attività correlate per un unico cliente, grazie alla sua elevata professionalità e a quella dei propri collaboratori.

D: Perché una donna dovrebbe scegliere di lavorare in ALTEN?

R: Una donna dovrebbe scegliere ALTEN per lavorare in un ambiente serio, dinamico e stimolante, dove non c’è differenza tra i generi, né in fase di colloquio, né nell’allocazione sulle varie attività.

Share