Le persone con disabilità durante l’emergenza

06/10/2020

Continuano gli appuntamenti di sensibilizzazione rispetto al tema della diversità che ALTEN Italia ha deciso di istituire quest’anno per i propri dipendenti, in collaborazione con Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.  

Il secondo webinar previsto per il 2020 si è tenuto martedì 29 settembre e ha avuto lo scopo di aiutarci a comprende meglio come le persone con disabilità abbiano vissuto il difficile periodo del lockdown e, più in generale, stiano affrontando l’emergenza sanitaria legata al Covid-19.

Anzitutto abbiamo preso in analisi le conseguenze psicologiche del lockdown: ansia, depressione, senso di solitudine, disturbo traumatico da stress,… Condizioni che hanno accomunato moltissime persone durante il periodo di isolamento, a maggior ragione se affette da una disabilità , in quanto non sempre hanno avuto i mezzi o le possibilità di comprendere pienamente quello che stava succedendo. Durante l’emergenza sanitaria, infatti, molto spesso sono mancati gli strumenti appropriati per aiutarli ad adattarsi a questa nuova situazione: in ambito lavorativo pensiamo, ad esempio, alle difficoltà che possono aver incontrato le persone affette da sordità rispetto alla diffusione delle riunioni online.

Le aziende hanno bisogno, a maggior ragione dato il periodo storico in cui stiamo vivendo, di acquisire una maggior consapevolezza rispetto al tema della disabilità e di confrontarsi con Enti che se occupano, in quanto possono aiutarle a sviluppare gli strumenti più idonei per creare un ambiente di lavoro inclusivo e accessibile a tutti.

Lo smart working, ad esempio, è uno strumento che, se usato in maniera consapevole, ossia andando incontro alle diverse esigenze ed individualità, è in grado di mettere tutti i lavoratori sullo stesso piano, poiché garantisce a tutti le stesse opportunità. Per far sì che ciò avvenga, è importante:

  • Individuare mansioni e obiettivi per il percorso lavorativo da remoto di ciascun lavoratore affetto da disabilità
  • Selezionare le tecnologie più idonee da utilizzare
  • Formare il management, i colleghi, e lo stesso lavoratore con disabilità
  • Aiutarlo, soprattutto in fase iniziale, anche attraverso un percorso di tutoraggio

Un numero non indifferente di lavoratori può trovare congeniale l’attività da remoto, basta fornire loro la giusta postazione e gli strumenti adeguati! Fondamentale, inoltre, è il supporto alla gestione del tempo lavorativo, con la creazione di specifiche agende in grado di definire deadline chiare e ben strutturate.

Infine, durante il webinar, un importante focus è stato dedicato al tema delle mascherine trasparenti come aiuto per le persone sorde, le più impattate dall’utilizzo di questo dispositivo di protezione individuale: le mascherine infatti, in versione “standard”, impediscono loro di poter leggere il labiale e di interpretare la mimica facciale, fondamentale per consentirgli di relazionarsi con le altre persone.

La conferenza è terminata con un momento di confronto e domande con i partecipanti al webinar.

Fondazione Adecco per le Pari Opportunità si occupa da anni di progetti di sensibilizzazione ed inclusione nel mondo del lavoro: in particolare hanno maturato una profonda esperienza e da quasi vent’anni sono coinvolti in progetti che riguardano persone con disabilità, giovani in difficoltà, donne in situazione di svantaggio e rifugiati. Realizzano percorsi di educazione al lavoro, fornendo strumenti efficaci per la realizzazione del percorso di integrazione a sostegno delle pari opportunità.

 

ALTEN ha l’obiettivo di abbattere ogni barriera e pregiudizio: offriamo un ambiente di lavoro accessibile accogliente ed inclusivo nel rispetto degli obblighi di legge ai sensi degli artt. 1 e 18, legge 68/99, valutando con attenzione i candidati appartenenti alle categorie protette.

Share